Ipoacusia Improvvisa: Caso Clinico. Approccio combinato: terapia medica ed iperbarica

La comunicazione parte non dalla bocca che parla ma dall’orecchio che ascolta (ANONIMO)

ARTICOLO DIVULGATIVO A CARATTERE SCIENTIFICO

La sordità improvvisa (perdita improvvisa dell’udito) rappresenta una emergenza otoiatrica di notevole importanza per il quadro clinico e per i suoi possibili esiti, talvolta anche invalidanti.

Classicamente, le sordità improvvisa vengono distinte in quelle da causa nota ed in quelle idiopatiche (a causa sconosciuta), di gran lunga e le più frequenti. E’ evidente che, per le sordità improvvise ad eziologia conosciuta la terapia,  dovrà essere mirata, per quanto possibile, alla causa senza dimenticare che, spesso, l’evento conclusivo di varie condizioni morbose quello di produrre una insufficienza acuta del circolo d’orecchio interno con grave ipossia.

Pertanto, i tipi di trattamento che devono essere instaurare urgentemente nella forma idiopatica, possono essere utilizzati anche nelle forme a causa nota. Il  razionale dell’impiego adiuvante dell’ ossigenoterapia iperbarica (OTI) nella sordità improvvisa consiste nell’aumentata disponibilità di ossigeno, associata all’aumento del flusso ematico: requisiti necessari affinchè si possano avere maggiori probabiltà nel recupero della ischemia lesione cocleare.  A tal proposito, oltre alla terapia medica, una ottima idratazione risulterebbe estremamente vantaggiosa.

INCIDENZA

L’incidenza della sordità improvvisa è variabile da 5 a 20 casi per 100 milioni di abitanti, senza alcuna prevalenza di sesso. È considerata rara nei bambini, ma, in diversi casi, è possibile che rimanga misconosciuta. Si ritiene che l’incidenza reale sia sottostimata e che esistano molti casi sfuggiti al riscontro audiologico, con recupero spontaneo la morfologia del audiogramma è molto variabile. All’esame audiometrico la perdita uditiva è così rappresentata:  nel 17% dei casi si riscontrano danni sulle frequenze gravi (basse frequenze), nel 22% su quelle acute(alte frequenze) e nel 41% in ipoacusia pantonale (tutte le frequenze)  e nel 13% anacusia (perdita totale dell’udito)

CAUSE

I fattori eziologici noti possono essere:
– vascolari (occlusione temporanea da emorragia, spasmo, emorragia, trombotici);
– virali (esempio virus parotitico e virus erpetico)
–  autoimmunitari post-infettivi
– metabolici (es. iperlipidemia e diabete, farmaci ototossici, avvelenamento da  da monossido di carbonio)
– incidenti subacquei con rottura della membrana della finestra rotonda “timpano secondario di Scarpa” e, meno frequentemente con rottura delle membrane intralabirintiche (barotrauma, malattia Da decompressione) ;
–  traumi acustici acuti è una posizione sonora breve generalmente inferiore a 300 millisecondi e di alta intensità con superamento dei meccanismi di protezione auricolare, rappresentati dalla contrazione riflessa dei muscoli dell’orecchio medio;

– stress emotivi
– tumori ( neurinoma dell’acustico, attraverso un meccanismo di compressione vascolare)

CASO CLINICO

Ragazzo di 14 anni, con sordità improvvisa in data 23/07/17 subito dopo una riferita immersione ludica in apnea a – 3 metri.

28/07/17: 1à visita dallo specialista otorinolaringoiatra : GRAVISSIMA SORDITA’ ORECCHIO SIN

Terapia: cortisone e vasotonici

31/07/17: 2à VISITA SPECIALISTICA OTORINOLARINGOIATRICA (CONTROLLO): SITUAZIONE CLINICA  

Terapia: invariata rispetto alla precendente

 

05/08/17: ACCESSO PRESSO AMBULATORIO OTI NIKE SRL PER TERAPIA IPERBARICA+TERAPIA MEDICA. AUDIOGRAMMA PRESSOCHÉ’ INVARIATO. SI RINVIA DALLO SPECIALISTA PEDIATRA PER CONSULENZA PER SINDROME DA RAFFRADDAMENTO: IL PAZIENTE NON PUò MOMENTANEAMENTE EFFETTUARE OTI. INIZIERA’ OTI IN DATA 10/08/17; SI PROGRAMMA OTI PER n° 8 (OTTO) SEDUTE

22/08/17: VISITA SPECIALISTICA POST TERAPIA IPERBARICA: NORMOACUSIA A DX E LIEVE IPOACUSIA NEUROSENSORIALE A SIN. CONTINUA OTI PER ALTRE n° 8 SEDUTE. SUCCESSIVAMENTE CONTROLLO ORL.

 

CONCLUSIONI

Lo scopo di questo caso clinico è quello di portare un ulteriore contributo alla terapia della sordità improvvisa attraverso L’ASSOCIAZIONE DELLA TERAPIA MEDICA E OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA (TERAPIA COMBINATA). 

Inoltre è stato vivamente consigliato l’eslusione di prodotti alimentari, favorendo acqua libera e biologica attraverso abitudini atte a somministrare cibo naturale rispetto a quelli manipolati dal punto di vista industriale.

Luciano ALLEGRETTI, Direttore Scientifico Centro Iperbarico NIKE srl – Lecce

 

 2017 Jan-Feb;44(1):63-71.
Adjunctive hyperbaric oxygen treatment for idiopathic sudden sensorineural hearing loss.
Chin CS1Lee TY2Wu MF3.

 

ACTA, OtorhinolaryngologicaItalica, Vol. 23/3, 2003

Case Report: Centro Iperbarico NIKE srl – Lecce

Precedente Frutta dopo i pasti? Scopriamo la risposta Successivo Diabete e complicanze: Il piede diabetico. L'importanza dell'approccio multidisciplinare.